Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

COME FARE LA PASTA CON LE SARDE, FORTI CONTRASTI PER UN EQUILIBRIO DI SAPORI

Naviga: COME FARE / CUCINA

La pasta con le sarde è uno dei piatti tipici e più gustosi della tradizione palermitana.
Si tratta di un condimento per la pasta e, in genere, il formato di pasta migliore è quello corposo come ad esempio i bucatini.

Come la maggior parte delle salse palermitane è un piatto caratterizzato da forti contrasti. In questo caso, il finocchietto serve a mitigare il forte odore delle sarde.

La salsa con le sarde va preparato con un certo anticipo, perché è meglio lasciare riposare qualche ora queste salse così si  amalgamano meglio  tutti i sapori.

Come fare la pasta con le sarde, forti contrasti per un equilibrio di sapori


Ingredienti per 4 persone:

500 gr di macccheroni

200 gr di finocchietti selvatici

400 gr di sarde fresche

2 cipolle piccole

4 acciughe

 80 gr di pinoli

80 gr di uva sultanina

olio

pepe

 
Ingredienti:

Pulite i finocchietti, lavateli e immergeteli in una pentola con acqua freddda e poco salata. Portate ad ebollizione  l’acqua e fate cuocere i finocchietti per 10 minuti poi scolateli e tritateli.

Non fateli cuocere troppo: devono restare ben verdi e mantenere il loro caratteristico profumo.
Non buttate via l’acqua di cottura perché in seguito vi servirà.

Pulite le sarde, apritele a metà ma senza staccarle.
Eliminate la testa e la spina, lavatele molto bene e asciugatele.


In una padella fate appassire le cipolle con l’olio e fate poi cuocere metà delle sarde. Mescolate bene e schiacciate con un mestolo di legno fino ad ottenere una pappetta.
La cipolla, per il condimento della pasta con le sarde, deve essere molto cotta e morbida.

Unite le altre acciughe precedentemente lavate, spinatele e aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete nella padella i finocchietti, i pinoli e l’uva sultanina.
Coprite e fate cuocere qualche minuto.

In un’altra padella fate scaldare l´olio e poi aggiungete le altre sarde per una decina di
minuti girandole piano piano per non farle rompere.

Mettete l’acqua di cottura dei finocchietti in una grande pentola, aggiungete altra acqua poco salata e portate ad ebollizione per cuocere la pasta.
Scolate i bucatini e conditeli con metà dalla salsa che avete preparato.

In un tegame fate uno strato di pasta, uno di sarde intere e uno di salsa.
Continuate fino a che non avrete terminato gli ingredienti con l’ultimo strato di pasta. Infornate per una ventina di minuti e lasciate stufare.
Sfornate e servite.

Nota:
Per arricchire ancora di più il piatto e conferirgli quei riflessi dorati potete aggiungere un po’ di zafferano nella padella con i pinoli, l’uva e i finocchietti.

Nella ricetta tradizionale si usa l´uva passa invece di quella sultanina.
Purtroppo è molto difficile da trovare, anche nella stessa Sicilia fuori Palermo.
Si tratta di un’uvetta molto piccola di 4-5 mm di diametro, molto scura.

Per un´ottima riuscita della pasta con le sarde l´uvetta è un alimento fondamentale perché il suo gusto dolce contrasta quello amaro del pesce. 
L´alternativa migliore è la più comune uva sultanina. Tagliate i chicchi in pezzetti di 3-4 mm di diametro così il gusto dolce non sarà dominante.

Data pubblicazione : 06/08/2017 Autore : Claudia L. Video visto: volte