Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

COME RILASSARE GLI OCCHI CON IL METODO BATES

Naviga: COME FARE / SALUTE

Tutti noi conosciamo gli innumerevoli benefici che attività come ginnastica, streching e yoga apportano al nostro fisico e alla nostra mente in termini di tono muscolare ma anche di rilassamento ed equilibrio mentale.

Non tutti sanno che esiste una specifica ginnastica per gli occhi che, se praticata con una certa continuità, porta ad un profondo stato di rilassamento mentale perché la perdita della vista è strettamente collegata ad un forte stress psicofisico.

Questa ginnastica oculare è conosciuta come metodo Bates (dal nome dell´ importante medico americano del 1800, insegnante di oftalmologia)  e consiste in una una serie di esercizi per la vista adatta a tutti ma soprattutto a chi passa molte ore della giornata davanti allo schermo di un computer.

Il metodo Bates rieduca gli occhi a lavorare in modo proprio e si basa sul fatto che la vista non è solo un problema di lenti ma di tutto quello che sta intorno a queste lenti e soprattutto del cervello.

Come rilassare gli occhi con il metodo Bates


Dopo molte ore di studio oppure dopo un periodo particolarmente stressante la vista inevitabilmente inizia a calare anche in persone non affette da un disturbo oggettivo:  questi esercizi sono un vero toccasana per i nostri occhi.

Ecco i 3 migliori esercizi del metodo Bates per rilassare la muscolatura degli occhi:

1) Palming (riposo oculare)
Mettetevi seduti e appoggiate i gomiti su un cuscino sopra un tavolo. Mettete i palmi sugli occhi e fate in modo che la parte finale dei palmi copra gli zigomi. 
L’ importante è creare il più possibile il buio senza comprimere l’occhio.
Tenete gli occhi chiusi per qualche minuto, pensate a qualcosa di piacevole e poi respirate a fondo.
Questo esercizio rilassa il nervo ottico ed è molto utile in caso di vista affaticata (magari dopo diverse ore davanti al computer).
Da ripetere 3 volte al giorno.

2. Blinking  (sbattito di palpebre)
Aprite e chiudete gli occhi velocemente per 20 secondi senza strizzare le palpebre.
Dopo una pausa di 5 secondi con gli occhi chiusi, ripetete  l’esercizio per almeno 7/8 volte.  
E´ vero che l´occhio sbatte le palpebre già automaticamente ma, se lo fate in modo volontario più volte al giorno, lo rilassate ancora di più.
Rompere la fissazione dello sguardo è utile per aumentare l’idratazione dell’occhio e ossigenare il cristallino.

3. Sunning (sorgente solare)
Chiudete gli occhi e rivolgete lo sguardo verso il sole o una lampada.
Ruotate lentamente la testa e iniziate a disegnare un cerchio intorno alla fonte di luce.
Dopo qualche cerchio invertite il movimento.
Immaginate poi una margherita e disegnate un cerchio intorno riuscendo a distinguere il bianco dei petali e il giallo del suo interno.
Mentre fate questo esercizio respirate lentamente e fatelo per pochi minuti al giorno.

Basta dedicare alla ginnastica oculare anche quindici-venti minuti al giorno: al mattino appena svegli, durante una pausa in ufficio... potete anche ripartirla in più fasi nell´arco delle 24 ore!


Data pubblicazione : 13/12/2017 Autore : Claudia Liberti