Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

COME SNELLIRE LE BRACCIA

Naviga: COME FARE / SALUTE


Volevate indossare una canotta e non l’avete fatto a causa delle vostre braccia?

Come snellire le braccia” è una questione che interessa molte donne.

E’ difficile snellire selettivamente solo una parte del corpo, tuttavia, la soluzione ideale è seguire un regime alimentare bilanciato, associato a esercizio fisico mirato. Prima però ponetevi un quesito: “le mie braccia sono davvero grasse o mi sto complessando?
Dopo aver risposto a questa domanda, tenetevi pronte per l’allenamento.

Come snellire le braccia


Come snellire le braccia, l’attrezzatura
Se il vostro obiettivo è quello di snellire le braccia, forse vi farà comodo utilizzare qualche attrezzo ad hoc. Niente di troppo costoso, in fondo potete fare anche esercizi a corpo libero; quelle più ostinate potranno armarsi di manubri, bande di resistenza, kettlebell o un kit con pesi e panca.


Come snellire le braccia
, gli esercizi a corpo libero
Non è necessario passare molte ore al giorno, il punto cruciale è la costanza! Vi proponiamo alcuni esercizi per snellire le braccia da ripetere quotidianamente con un sistema di tre serie da quindici. Tra una serie e l’altra potete fare una pausa di un minuto.

1. Tenendo le gambe leggermente divaricate e con i piedi paralleli. Incrociate le dita delle mani rivolgendo i palmi verso l’alto. Inspirate ed estendete le braccia al di sopra della testa. Piegate il busto a destra, mantenendo le braccia tese ed espirando. Tornate poi al centro e ripetete l’esercizio sul lato sinistro. Ricordate di tenere ben tese le braccia. Tale esercizio lavorerà anche sui muscoli laterali dell’addome.

2. Per lavorare su tricipiti e bicipiti, utilizzate dei pesi leggeri oppure delle bottiglie d’acqua da 1,4 lt. Sempre con le gambe leggermente divaricate e i piedi paralleli, impugnate due bottiglie d’acqua (o i pesi) e distendete le braccia lateralmente tenendo i palmi delle mani rivolti verso l’alto. Inspirando portate le braccia verso l’alto e poi, espirando, riportatele in posizione laterale.

3. Con le gambe leggermente divaricate e i piedi parelleli, impugnate ancora una volta le due bottiglie d’acqua (o gli appositi pesetti); stendete le braccia in alto tenendo -in questo primo momento- fermi i gomiti; piegate le braccia portando le bottiglie verso la testa e poi tornate verso l’alto.

4. In piedi, appoggiate il palmo della mano sinistra al muro. Tenendo le gambe leggermente divaricate, piedi paralleli e schiena dritta. Con l’altra mano, impugnate la bottiglia d’acqua. Il braccio con la bottiglia dovrà essere disteso lungo il fianco mentre l’altro farà da supporto poggiando contro il muro. Tirate su il braccio con la bottiglia piegando il gomito, portate la mano all’altezza dell’ascella e tornate in posizione iniziale. Ricordate di ripetere l’esercizio per entrambe le braccia.

Data pubblicazione : 12/09/2017 Autore : Redazione