Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

CREME CARAMEL, INCANTO E DELIZIA PER OCCHI E PALATO

Naviga: COME FARE / CUCINA

In ogni ricettario che si rispetti non può mancare il Creme Caramel, il famoso dessert al cucchiaio di origine portoghese o francese (l´origine è incerta) con uno strato di caramello liquido in superficie che scende morbido sulle sue pareti.

Un buon Creme Caramel deve essere sodo, compatto e cremoso.
Questo si ottiene con un latte abbastanza grasso, con una cottura a temperatura moderata e con uno zucchero di qualità.


Creme Caramel, incanto e delizia per occhi e palato



Vediamo la ricetta di questo dolce scenografico ed elegante.

Ingredienti:
140 gr di zucchero
7 uova
6 dl di latte intero
mezzo baccello di vaniglia

Procedimento:

In una pentola scaldate il latte senza bollirlo con lo zucchero mescolando con cura per far sciogliere completamente lo zucchero.
Togliete il latte dal fuoco, aromatizzatelo con la vaniglia e lasciate riposare per una ventina di minuti; poi togliete il baccello di vaniglia.

Intanto sbattete 3 uova intere e 4 tuorli e unite un cucchiaio alla volta il latte.
Preparate adesso il caramello: fate sciogliere in un pentolino  a fiamma bassa 30 gr di zucchero con qualche cucchiaio di acqua.
Cuocete fino a quando non scurisce.
Per la buona riuscita del caramello ricordate di non mescolare lo zucchero mentre si sta sciogliendo.
Per una caramelizzazione omogenea, piuttosto rigirate la pentola. 

Distribuite il caramello velocemente  in stampini individuali o in un unico stampo in silicone ( come quello del ciambellone) e poi versate il composto di latte e uova filtrandolo per evitare la formazione di schiuma.

A differenza della crema inglese, il Creme Caramel è addensato tramite la cottura a bagnomaria: ecco perché non c´è bisogno di mescolare in continuazione.
Fate cuocere a bagnomaria in forno non troppo calda ( 150 gradi) per 45 minuti.
Questa cottura permette di cuocere il Creme Caramel molto lentamente e senza sbalzi di temperatura e le proteine hanno tutto il tempo di coagulare e formare il caratteristico solido gelatinoso.

Per capire se la crema è cotta basta infilare uno stuzzicadenti e vedere che ne esca asciutto. Fate prima raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigorifero e sformate solo al momento di servire incidendo delicatamente i bordi del Creme Caramel con un bastoncino e capovolgendo lo stampo su un piatto.
A piacere, potete arricchirlo con qualche ciuffo di panna

Variante:
Se volete cucinare un Creme Caramel alternativo ed originale, potete preparare un latte aromatizzato al caffè.
Invece della vaniglia basta lasciare in infusione una manciata di chicchi di caffè nel latte tiepido.


Data pubblicazione : 18/10/2017 Autore : Claudia Liberti