Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

DISFUNZIONE ERETTILE, UN PROBLEMA PER 3 MILIONI DI ITALIANI

Naviga: LIFESTYLE / SESSO

Un istintivo senso di dramma che puo´ portare a una grave perdita di sicurezza e innescare un vero e proprio "circolo vizioso dello stress". La disfunzione erettile e´ spesso vissuta, infatti, con un´aspettativa negativa che e´ causa, nel 20% dei casi, di tensione e nervosismo: uno stato d´ansia che a sua volta, in 1 uomo su 3, puo´ favorire ulteriori problemi di erezione.

La  Societa´ Italiana di Andrologia (SIA) ha diffuso, con il supporto incondizionato di Eli Lilly, i racconti "Dire fare amare": storie vere di disfunzione erettile, che permettono di fare luce sul alcune delle cause e sul peso psicologico di un problema che affligge circa 3 milioni di italiani e i cui sintomi, tra i 40 e i 70 anni, si presentano addirittura in un uomo su due.

Disfunzione erettile, un problema per 3 milioni di Italiani


"La disfunzione erettile viene spesso vissuta dall´uomo che ne e´ affetto - spiega il dottor Paolo Turchi, titolare della specialistica andrologica dell´Ospedale di Prato - come una perdita di identita´ di genere e una sconfitta della propria virilita´. Le storie vere raccontate nel progetto ´Dire fare amare´, promosso dalla Societa´ Italiana di Andrologia con il supporto di Eli Lilly, permettono di scavare nello stato d´animo che un problema di erezione puo´ generare, in modo incontrollato e irrazionale.

E´ invece fondamentale reagire, parlandone con la partner e rivolgendosi a uno specialista, per individuare le cause sottostanti e essere curato con la terapia farmacologica piu´ adatta, quando necessario associata a terapie cognitivo-comportamentali.

Questo atteggiamento permette di gestire il problema e molto spesso di risolverlo, riprendendo la propria normalita´". "La disfunzione erettile - aggiunge il dottor Turchi - e´ molto piu´ diffusa di quanto si creda, colpisce circa 3 milioni di maschi italiani ed e´ il primo disturbo sessuale per importanza e per impatto sulla psiche.

Disfunzione erettile, un problema per 3 milioni di Italiani

Infatti la disfunzione erettile, se trascurata e non curata, puo´ cronicizzarsi e trasformarsi in una fonte di ansia, depressione e insicurezza. Deve essere ben chiaro che un problema di erezione ha sempre concause e implicazioni psicologiche, ma puo´ anche essere un primo campanello di allarme di una malattia fisica sottostante, che non si e´ ancora manifestata fino a quel momento. E´ il caso, ad esempio, di un problema circolatorio che, soprattutto in uomini con fattori di rischio vascolare come il colesterolo alto, il fumo di sigaretta, il diabete o l´ipertensione, puo´ avere proprio nella disfunzione erettile una prima manifestazione clinica".


Data pubblicazione : 07/09/2017 Autore : Italpress Fonte: Italpress