Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

HO SCOPERTO CHE LA MIA AMICA HA UN AMANTE MA NON SI CONFIDA CON ME. PERCHÉ? COME MI DEVO COMPORTARE?

Ho scoperto che la mia amica ha un amante ma non si confida con me. Perché? Come mi devo comportare?

Cara “D”,
mi chiamo Miriam e ti scrivo perché vivo una situazione di grande disagio che non so affrontare.
Abito in una grande città del Nord da dieci anni e da cinque lavoro in un importante realtà dell’editoria.

Un mese fa ho scoperto, in modo del tutto casuale, che due miei colleghi hanno una relazione clandestina.
Avevo dimenticato dei documenti sulla scrivania e sono ritornata in ufficio quando ormai non c’era più nessuno al piano.

Sono salita a piedi e li ho visti mentre si baciavano in attesa dell’ascensore in fondo al corridoio credendo di essere soli.
Io non so da quanto tempo vada avanti questa relazione, ma so per certo che esiste perché, dopo l’episodio del bacio, sono stata attenta a molti particolari a cui prima non prestavo attenzione.

I colleghi in questione sono entambi impegnati: lui è più grande di lei, sposato, con una bambina e famoso per subire il fascino femminile, ma  senza malizia nè secondi fini (almeno così credevo…) tanto è vero che viene regolarmente preso in giro da tutti quando una “new entry” particolarmente carina inizia a lavorare nella nostra agenzia.

 Lei da anni convive con il suo compagno, è del Sud come me, e con il tempo è diventata una mia carissima amica.  Ci sosteniamo a vicenda visto che abbiamo le famiglie lontane e, oltre a lavorare gomito a gomito, usciamo spesso anche in coppia.

IHo scoperto che la mia amica ha un amante ma non si confida con me. Perché? Come mi devo comportare? nostri compagni giocano a calcetto ogni settimana e noi ne approfittiamo per dedicarci una serata rilassante tra donne.
Da un po’,  guarda caso, non riusciamo più ad organizzare la nostra serata al femminile.
La scorsa settimana, approfittando di una partita in trasferta dei nostri compagni, mi sono appostata sotto casa sua.
Non ho dovuto aspettare molto prima di vedere il mio collega citofonare e salire da lei.

E’ passata più di una settimana da allora e io non so  come comportarmi: dirle che so tutto oppure continuare a fare finta di niente?
Io non riesco ad essere naturale e spontanea con lei  e ogni volta che al lavoro li vedo insieme provo molto fastidio.
Quello che mi colpisce di più, però, è la sua freddezza. Non lascia trasparire niente, mai un turbamento, mai un’ esitazione.

Io so di certo che stava cercando di rimanere incinta e mi chiedo in che modo si possa desiderare una cosa del genere vivendo una storia clandestina.
Sono in difficoltà anche nei confronti del suo compagno e non voglio più andare in vacanza con lei quest’estate.
Non so che motivazione dare e come affrontare tutta la situazione in generale.
Hai un consiglio per me?

Miriam

 
 


Cara Miriam,
dalle tue parole è chiaro che sei molto delusa dalla tua amica ed è assolutamente normale.  Quello che devi chiederti, secondo me, è se ti delude più il fatto che abbia un amante o il fatto che te lo tenga nascosto, che non si sia confidata con te.

Noi donne viviamo l’amicizia  quasi come un rapporto d’amore: vogliamo l’esclusiva sulle altre donne, ci ingelosiamo facilmente e vogliamo sapere tutto della nostra amica.
Se sta facendo qualcosa di sbagliato l’importante è che la migliore amica lo sappia…Poi, insieme, si vede come affrontare la situazione.

L’esperienza di essere amante è, in genere, costituita da due fasi distinte, ma conseguenti.
Durante la prima, essere l’amante ti fa sentire viva.
Non pensi al fatto che stai facendo qualcosa di sbagliato: hai un uomo che ti desidera da impazzire e rimpiangi solo il fatto che la vita vi abbia fatto incontrare troppo tardi.

A questa fase di paradiso ne segue una in cui il tuo amante perfetto non ti risponde più al telefono, sparisce nei weekend e quando ne hai bisogno lui non c’è.
La tua amica ,stando alle tue parole, non sta vivendo né l’una né l’altra fase.

La sua voglia di famiglia con il compagno mi fa credere che il suo grado di coinvolgimento con l’amante sia molto ridotto. Probabilmente sa che questa storia non comprometterà il suo cuore e non sconvolgerà nessun equilibrio preesistente.
Sa che come è iniziata così finirà.

Vale la pena mettere a rischio una relazione importante per un fuoco di paglia?
Non sta a noi giudicare! 
Può anche essere che la sua voglia di maternità sia dettata più da forzature esterne (dall’età, dal compagno…) che da una sua reale volontà.

Se la tua amica è quel tipo di persona che ci tiene a dare un’immagine di sè molto precisa e a fare esattamente quello che gli altri si aspettano da lei, la relazione clandestina viene vissuta come il dietro le quinte per un attore: un posto sicuro in cui togliersi la maschera e, senza essere visto, ripetere le battute per la prossima uscita sul palcoscenico.

Ciascuno è libero di gestire la propria vita come meglio crede, ma non deve mettere in imbarazzo altre persone:  forse è questo il motivo per cui la tua amica non ti ha confidato la sua relazione.
Prendi un po’ le distanze da lei ( anche se è difficile condividendo il posto di lavoro) e continua a starle vicino.
Prima o poi vacillerà, com’è normale che sia, e capirai il perché del suo comportamento.
In bocca al lupo
“D”


“Cara D” è la posta del cuore di Donnesì.
Ogni settimana ospiteremo i tuoi dubbi, paure, curiosità.
Se hai voglia di condividere un tuo problema o una situazione che stai vivendo per un confronto o uno scambio di opinioni scrivi a cara.d@donnesi.com


Data pubblicazione : 01/07/2018 Autore : Cara D.