Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

IL CAPOPARTO, IL RITORNO DEL CICLO DOPO IL PARTO


Con il termine capoparto si intende il primo ciclo mestruale dopo il parto.
Prima del capoparto si manifestano le locazioni, cioè perdite abbondanti di sangue e materiale sieroso. 
Alcune donne tendono a confondere le locazioni con il ciclo vero e proprio. In realtà, sono due cose ben diverse.

Non è possibile stabilire con esattezza quando tornerà il ciclo mestruale sia in caso di parto spontaneo che di cesareo ma c´è sicuramente una stretta correlazione con l´ allattamento

Il capoparto, il ritorno del ciclo dopo il parto


In genere, fino a quando una donna allatta il ciclo mestruale dovrebbe essere bloccato perché  l´ alto livello della prolattina (ormone responsabile della produzione di latte), blocca l’ovulazione.
Se si allatta esclusivamente al seno, è più probabile che il ciclo mestruale torni un mese dopo l´inizio dello svezzamento (e quindi con una progressiva riduzione delle poppate).
Alcune donne possono addirittura avere la loro prima mestruazione dopo 18 mesi.
Questa variabilità dipende dal numero delle poppate e dall’appetito del piccolo che se si attacca molto spesso e succhia a lungo, permette alla prolattina di  rimanere  nell’organismo materno in percentuali molto alte e il ciclo ci mette un po’ di più a riavviarsi.
Se si allatta al seno per poco tempo è molto probabile che il ciclo si ripresenti anche una decina di settimane dopo il parto.

Esiste, però, la possibilità che il ciclo mestruale riparta anche mentre si allatta.
In questi casi ilatte subisce una piccola riduzione ed è possibile che il bambino abbia qualche disturbo gastro-enterico o cutaneo a causa degli ormoni femminili presenti nel latte materno.
Il ciclo non modifica minimamente il sapore del latte.

Non c´è da preoccuparsi quindi: anche dopo il ritorno delle mestruazioni l’allattamento può continuare senza problemi.

Le caratteristiche del capoparto:

ll capoparto è un ciclo mestruale molto abbondante (probabilmente perché dopo tanti mesi di amenorrea il tessuto dell’endometrio è più ispessito) può essere più doloroso del solito e più lungo (anche 8-10 giorni).
La gravidanza e il parto rappresentano un grosso sconvolgimento per il corpo di una donna quindi, prima che il ciclo mestruale torni alla normalità, ci vuole un po´ di tempo. Non stupitevi, quindi, se il secondo ciclo mestruale dopo il parto arriverà anche due mesi dopo il capoparto.

Il capoparto, il ritorno del ciclo dopo il parto

Molte donne che prima della gravidanza soffrivano di mestruazioni irregolari e dolorose, dopo il parto notano una regolarizzazione del ciclo ed una riduzione del dolore.
Il motivo è che l’ovaio è stato a riposo per tanti mesi e si attiva una produzione ormonale più regolare.
Inoltre, dopo il parto, la contrattilità dell’utero è minore perché si produce meno prostaglandine, responsabile delle contrazioni uterine.


Capoparto e metodi convenzionali:

Visto che non è possibile stabilire a  priori quando torneranno le mestruazioni dopo il parto, è molto rischioso considerare l´allattamento al seno come metodo anticoncezionale.
E´ vero che la prolattina è un ormone in grado di bloccare l’ovulazione (ma solo se è in quantità abbondante), questo però non determina certo un metodo anticoncezionale.

Due settimane prima del capoparto ci sarà l’ovulazione e, per questo, è importante utilizzare il profilattico durante i rapporti sessuali, per evitare gravidanze indesiderate. 
Per una maggiore sicurezza anticoncezionale si può riprendere la pillola già dopo un mese dal parto.
Se si allatta al seno, in genere viene prescritta una pillola diversa da quella che si usava prima della gravidanza, che non riduce la quantità di latte e non ne modifica la qualità .
Si chiama mini pillola ma ovviamente è necessaria la visita da un ginecologo per la prescrizione.



Data pubblicazione : 27/11/2017 Autore : claudia Liberti