Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

IL PREMIO NOBEL 2016 PER LA LETTERATURA VA A BOB DYLAN

Naviga: NOTIZIE / SPETTACOLI

Proprio nel giorno in cui un altro Nobel, Dario Fo, ci ha lasciato, viene annunciato il nuovo vincitore: il premio Nobel per la letteratura 2016 e´ stato assegnato a Bob Dylan "per aver creato una nuova espressione poetica nell´´ambito della grande tradizione della musica americana".

Robert Allen Zimmerman, in arte Bob Dylan, nasce a Duluth, nel Minnesota, il 24 maggio 1941. Dopo un´adolescenza trascorsa a Minneapolis, dove frequenta l´Universita´ e i circoli dei giovani intellettuali della New Left, nel 1961 il "menestrello del folk" decide di trasferirsi a New York per suonare e far visita al suo idolo musicale Woody Guthrie, ricoverato al New Jersey Hospital.

I suoi primi testi, fortemente influenzati dalla letteratura e dalla storia americana, affrontano in modo innovativo temi politici, sociali e filosofici, sfidando le convenzioni della musica pop e appellandosi alla controcultura del tempo. Il contratto discografico con la Columbia arriva quasi subito e nel 1962 Bob Dylan pubblica il suo primo, omonimo LP. Il successo arriva nel 1963 con The Freewheelin´ Bob Dylan.

Il premio Nobel 2016 per la Letteratura va a Bob Dylan


L´artista viene consacrato come uno dei principali rappresentanti della folk song di protesta, oltre che una personalita´ di riferimento per l´allora nascente movimento beat. Pubblica gli album Bringing It All Back Home, Highway 61 Revisited, Blonde On Blonde, John Wesley Harding e Nashville Skyline. Al 1974 risale Planet Waves, mentre nel 1975 Blood On The Tracks, preludio di un periodo di rinnovata popolarita´ che prosegue con l´album Desire e con il brano "Hurricane".

Seguono Infidels e Oh Mercy, mentre negli anni Novanta arrivano Unplugged e un Time Out of Mind. Il nuovo millennio e´ inaugurato dalla pubblicazione dell´inedita "Things have changed", inclusa nella colonna sonora del film "Wonder boys" (2000): il brano, nel marzo 2001, vincera´ l´Oscar per la migliore canzone originale.

Nel 2002 esce un nuovo disco di inediti, Love and Theft, orientato verso sonorita´ anni ´40-´50. Nel 2003 Dylan si cimenta come attore nel film "Masked and anonymous", mentre sulla sua vita e´ in preparazione una pellicola diretta da Todd Haynes (che esce poi nel 2007 con il titolo di "I´m not there").

Nell´autunno del 2004 il cantautore pubblica anche "Chronicles", primo volume di una annunciata autobiografia in piu´ capitoli. Alla fine dell´estate 2006: esce Modern times, primo lavoro in 5 anni.
A settembre 2012 esce il nuovo lavoro, Tempest: contiene una ballata di 14 minuti sul Titanic e "Roll on John", dedicata a Lennon.


Data pubblicazione : 13/10/2016 Autore : Italpress Fonte: Italpress