Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

LA COTTURA AL SALE. TUTTI I SEGRETI PER ESALTARE IL SAPORE AUTENTICO DEL PESCE

Naviga: COME FARE / CUCINA

Molti conoscono questo modo di cucinare il pesce
e ne restano affascinati quando lo assaggiano ma difficilmente si cimentano  a prepararlo in casa.

Il vantaggio di cucinare il pesce al sale è che lascia la carne del pesce morbida e succosa ma alla stesso tempo leggera e digeribile.
Inoltre è un modo economico e veloce di cucinare il pesce.

La cottura al sale. Tutti i segreti per esaltare il sapore autentico del pesce


Il procedimento è molto semplice; l’unico presupposto che la cottura al sale richiede è che il pesce sia freschissimo.

Ecco la ricetta della spigola al sale al forno.

 Ingredienti per 4 persone:

2 spigole da un chilo ciascuna

4 Kg di sale grosso da cucina

prezzemolo tritato

4 spicchi di aglio

olio

sale

mezzo limone


La cottura al sale. Tutti i segreti per esaltare il sapore autentico del pesce

 
Preparazione:

Pulite bene le spigole ma senza squamarle.
Nelle pance potete mettere una fetta di limone per non sentire l’odore del pesce.
Frullate l’olio, l’aglio, il prezzemolo, il sale e il succo di limone e formate una salsina.

Prendete due fogli di carta da forno, mettete un po’ del sale grosso a disposizione e adagiate le due spigole dopo averle bagnate con un po’ di salsina. 
Copritele con il sale rimasto e chiudete i fogli facendo una leggera pressione.

Infornate per 40/50 minuti ad una temperatura di 200 gradi.
Il tempo di cottura dipende dalla grandezza del pesce.
In genere bastano una quarantina di minuti in forno caldo per un pesce sotto il chilo.

Per capire se il pesce è cotto basta non coprire di sale la pinna della pancia; se trascorso il tempo necessario, riuscite a staccarla senza difficoltà, potete togliere il pesce dal forno.
Il sale, cuocendo nel forno, forma una crosta doppia che crea una specie di sottovuoto per permettere al pesce e agli aromi di fondersi l’un con gli altri.
Non si usa il sale fino perchè, a differenza di quello grosso, con le alte temperature si scioglie e penetra troppo nella carne del pesce rendendolo salato.

Quello grosso invece penetra solo nelle giuste quantità.
Per essere sicuri che la crosta di sale non si rompa durante la cottura un trucco è aggiungere al sale un albume montato a neve con una frusta.

Trascorso il tempo, togliete i pesci dal forno e rompete la crosta di sale aiutandovi con una paletta. 
Una volta tolto il sale, eliminate la pelle in eccesso che si sarà un po’ indurita con l’alta temperatura. Iniziate a pulire dalla pancia.

Procedete alla preparazione delle porzioni, bagnate con la salsina e portate in tavola. Potete aggiungere della maionese come accompagnamento, ma il sapore del pesce  al sale è talmente gustoso che è meglio non appesantirlo con ulteriori condimenti.

Note
Si prestano alla cottura al sale, oltre la spigola, anche orata, branzino e pezzogna.


Data pubblicazione : 11/01/2018 Autore : Claudia L.