Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

LA LUNA DI MIELE È SEMPRE PIÙ GREEN

Naviga: NOTIZIE / AMBIENTE

Avventurosi o rilassanti, a base di sole e spiagge oppure on the road, alla scoperta della natura oppure dell´arte, a medio, lungo o lunghissimo raggio. Purche´ siano green. E´ la tendenza emergente nel settore viaggi di nozze: l´ONU ha dichiarato il 2017 "anno del turismo sostenibile" e le coppie italiane rispecchiano in pieno il trend.

Lo conferma anche Catia Ballotta, Travel Stylist di CartOrange: "Sono sempre di piu´ gli sposi che vogliono celebrare la propria unione con un gesto d´amore per il pianeta . Spesso queste coppie organizzano eco-wedding curando ogni dettaglio, dal pranzo alle bomboniere, in modo che sia ecosostenibile, e la luna di miele e´ vista come il coronamento di questa filosofia. Quando scelgono il viaggio di nozze, quindi, non si accontentano dei soliti pacchetti: si orientano su destinazioni eco-friendly e chiedono che sia personalizzato in ogni dettaglio, dalla sostenibilita´ dei trasporti e delle strutture di soggiorno, fino al cibo e alle esperienze a contatto con la natura e la cultura locale".

La luna di miele è sempre più green


Un turismo attento, consapevole e rispettoso dei popoli e dell´ambiente costituisce un arricchimento sia per i viaggiatori, sia per chi di turismo vive. "Il primo aspetto che le coppie prendono in considerazione e´ proprio questo: no al turismo di massa, si´ a un turismo che mette al centro la cultura e i prodotti locali -spiega sempre Catia Ballotta.
Per questo proponiamo ai nostri viaggiatori esperienze autentiche, a diretto contatto con le persone del luogo, passando in particolar modo attraverso i cibi e i sapori".

Fra le esperienze selezionate c´e´, per esempio, la preparazione di un pasto tradizionale in Vietnam, compresa la spesa al mercato; in Uzbekistan si possono degustare i vini di Samarcanda e pranzare nelle yurte durante l´attraversamento del deserto; in Giappone si puo´ partecipare ad un Sushi Workshop con un vero sushi chef per scoprire i segreti dell´arte culinaria nipponica.

Le strutture ricettive giocano un ruolo importante nella costruzione di una luna di miele sostenibile con sistemazioni attente all´impatto ambientale come  eco-resort, che al lusso e al comfort abbinano anche costruzioni in bio-edilizia e uso di energie rinnovabili, oppure sistemazioni alternative come  fattorie, abitazioni tradizionali, fino alle tende e alle yurte per passare una notte sotto le stelle, nei deserti dell´Oman o dell´Asia Centrale o negli eco-lodge della foresta Amazzonica peruviana dove si possono imparare anche le proprieta´ curative delle piante seguendo le antiche tradizioni locali. 

La luna di miele è sempre più green

Per i trasporti si offrono opzioni a basso impatto ambientale, per raggiungere la propria meta di viaggio o per muoversi con mezzi ecologici una volta sul posto: houseboat nelle acque del Kerala, in India; treni fra le piantagioni di te´ in Sri Lanka; tour in bicicletta in Nuova Zelanda o fra le risaie del Sud Est Asiatico. I trasporti slow permettono anche di venire in contatto piu´ frequentemente con la gente del posto.

Fra le destinazioni piu´ green, spicca il Costarica, che e´ proprio la culla dell´eco-turismo, con un´estesissima rete di parchi naturali e la diffusione delle energie rinnovabili o ancora, la Tasmania, dove si respira l´aria piu´ buona del mondo, la Patagonia con i suoi trekking per tutti i livelli, l´Ecuador e le Galapagos per la biodiversita´, il Madagascar e il Sudafrica con la loro fauna eccezionale e il Canada con i suoi paesaggi sconfinati non toccati dal turismo di massa.


Data pubblicazione : 18/05/2018 Autore : Italpress Fonte: Italpress