Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

NOEMI - VUOTO A PERDERE :´L´IMPERFEZIONE È SEXY E TI RENDE SIMPATICA´

Naviga: NOTIZIE / SPETTACOLI

 "Sono sempre stata battagliera, ho preso certi muri a 200 all´ora... Poi ho capito che bisogna lasciare scorrere la vita, non fare-fare-fare". E´ una Noemi perfettamente riconciliata con se stessa quella che si confessa con "Io donna".

"Mi guardo con occhi piu´ benevoli: combatto combatto e non arrivano frutti? Bene: significa che non e´ ancora il momento. Mi perdono i punti deboli, le mancanze. Le paranoie, come questa specie di obbligo a essere in forma. Negli ultimi tre-quattro anni ho preso qualche chilo. I primi tempi non riuscivo neppure a guardare le mie foto, adesso chissenefrega. Cosi´ mi vado bene. Trovo pericolosa l´attuale ossessione per la perfezione e soffro a vedere queste ragazzine che non escono di casa se non sono truccate, impeccabili. E´ una specie di maschera, la loro, che rivela un´insicurezza bestiale: dietro c´e´ sofferenza. Io ho avuto un´adolescenza solitaria, ero chiusa e la musica era un rifugio: all´universita´ - quando ho cominciato a esprimermi, accettando i miei limiti - la gente si e´ avvicinata. L´imperfezione e´ sexy, ti rende simpatica".

Elogio dell´imperfezione, quindi. "Mamma mia, certo! C´e´ bisogno di verita´. Perfezione significa pure omologazione: se togli i difetti, siamo tutti uguali".



Data pubblicazione : 15/04/2018 Autore : Italpress Fonte: Italpress