Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

QUANDO NASCERÀ? COME CALCOLARE LA PRESUNTA DATA DEL PARTO


Non so se è capitato anche a voi ma, quando ho scoperto di essere incinta, la prima domanda che mi è venuta in mente è stata: "Quando nascerà"?
E´ difficile spiegare quello che si prova: da un lato ti vuoi godere ogni attimo dei prossimi nove lunghi mesi, ma dall’altro sei già impaziente di stringere il tuo bambino tra le braccia.

Quando nascerà? Come calcolare la presunta data del parto


In realtà, stabilire con esattezza la data presunta del parto, è impossibile. Il come e il quando il vostro bambino sceglierà di venire al mondo è il frutto di una serie di circostanze estremamente variabili e non un semplice calcolo matematico.

 Con l´aiuto di questa  tabella, però, è possibile individuare il periodo più probabile.

Quando nascerà? Come calcolare la presunta data del parto
 
La data del parto si calcola prendendo come riferimento la data dell’ultima mestruazione e non il giorno del concepimento che si presume avvenga 2 settimane dopo.  

Quindi si contano 280 giorni dalla data del primo giorno dell’ultima mestruazione con un margine di 15 giorni .
Se avete un ciclo regolare  che non supera  i 35 giorni di durata,
è probabile che il bambino nasca nel periodo compreso tra  i 15 giorni precedenti e quelli successivi alla data prevista dal calendario.
In realtà i famosi 9 mesi sono in realtà nove mesi e dieci giorni dall’inizio delle ultime mestruazioni.
E´ chiaro quindi che, se volete avere un bambino ed iniziate a non prendere precauzioni, è molto importante che ricordiate le date di inizio delle mestruazioni… Prendete l’abitudine di segnarle sul calendario così sarete sicure di quando avrete avuto l’ultimo ciclo.

Dopo che il test avrà confermato che presto sarete mamma, la prima visita dal ginecologo servirà a controllare la posizione, le dimensioni dell’utero e a stabilire il programma di visite, esami e controlli diagnostici.
Durante la visita vi sarà data anche con minore approssimazione la data presunta del parto.
Il ginecoloco vi parlerà invece in termini di settimane ( 40 in totale) perchè la settimana è l’intervallo di tempo che più si avvicina al tempo di accrescimento del bambino.
E’ come dire che la gravidanza dura 10 mesi lunari ognuno di 28 giorni.

I ginecologi calcolano la data presunta del parto con il regolo ostetrico, più comunemente chiamato “rotella”.
Si tratta di uno strumento  composto da 2 dischi di cartone sovrapposti al centro, uno più piccolo ed uno più grande. 

Quando nascerà? Come calcolare la presunta data del parto

Il disco esterno  è suddiviso in 12 sezioni, una per ogni mese dell’anno, a loro volta graduate con i giorni del mese; quello interno riporta le settimane di gravidanza divise nei tre 
trimestri e alcune note relative ai periodi in cui eseguire gli esami, l´inizio dei movimenti fetali, sugli stadi di sviluppo del bambino...

Il regolo ostetrico si deve maneggiare in modo fermo e deciso: bisogna tenere  fermo il disco più grande e far ruotare quello interno fino a portare la prima freccia (che riporta la scritta “Data dell’ultima mestruazione”) sul giorno di inizio dell’ultimo ciclo mestruale.

Da questa posizione, tenendo fermi entrambi i dischi, si avrà una chiara visione delle settimane della gravidanza nell’anno solare e si potrà procedere con la prenotazione delle visite e degli esami.
 Il regolo ostetrico è  quindi un valido aiuto anche per capire se la gravidanza procede nel migliore dei modi... Qualcosa di più di uno strumento con cui riuscire a prevedere la data del parto.
 

 


Data pubblicazione : 16/03/2018 Autore : Claudia Liberti