Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori ed inviare pubblicità. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. +Info

SONO STANCA DI FAR DA COMPLICE ALLA MIA AMICA E TEMO SI FACCIA SCOPRIRE DAL MARITO...

Sono stanca di far da complice alla mia amica e temo si faccia scoprire dal marito...

Cara D.,
mi chiamo Milena, ho 58 anni, sono divorziata da 10 e ho un figlio che tra pochi mesi mi farà diventare nonna di una bellissima bambina.

Da quando mi sono separata ( ho avuto solo una relazione dopo mio marito che è durata quasi 3 anni), oltre a mio figlio, mi sono dedicata completamente alle mie amiche. In particolare, gran parte del mio tempo libero lo trascorro con la mia migliore amica, Roberta.

La nostra amicizia è nata sui banchi di scuola e, tra alti e bassi, dura ancora oggi. Siamo come sorelle e non ricordo un momento della mia vita in cui lei non fosse presente e viceversa. Roberta ha due figli splendidi ed è sposata. Andava tutto bene con suo marito fino a settembre, quando ha perso la testa per un altro uomo. Lui è sposato, più giovane di lei e con una bambina ancora piccola.

Piccolo particolare: Roberta è la maestra di questa bambina!
I due si vedono praticamente ogni giorno a scuola e, una semplice simpatia, è sfociata in una vera e propria relazione. Roberta ovviamente si è confìdata con me e sono diventata sua complice reggendole il gioco ogni volta che esce con lui. All’inizio succedeva sporadicamente, poi sempre più spesso. Io e Roberta andavamo spesso a cena fuori, al cinema … Abbiamo fatto tanti viaggi e weekend insieme quindi suo marito non ha mai dubitato che non fosse con me quando era fuori casa. Io mi sento in colpa nei confronti di suo marito ( che si fida ciecamente di me e a cui voglio molto bene), dei loro figli ma anche di Roberta perché vedo che si sta facendo coinvolgere sempre di più da questa storia di cui non prevedo un finale a lieto fine.


Sono stanca di far da complice alla mia amica e temo si faccia scoprire dal marito...Ultimamente abbiamo litigato furiosamente perché mi ha chiesto le chiavi della mia casa in montagna ( che di solitio affitto) per trascorrere un weekend romantico approfittando della chiusura delle scuole per Carnevale. Mi sono rifiutata e le ho cercato di far capire che ero stanca di farle da complice, che non riuscivo più a guardare suo marito negli occhi e che questa storia l’aveva trasformata in un ragazzina incosciente.

La sua reazione è stata molto violenta. Gridando come una forsennata mi ha detto che ero solo gelosa perché non passavamo più tempo assieme e che lei non si sarebbe comportata così se la situazione fosse stata inversa. Da quel giorno non l’ho più sentita né vista.

Mi manca la mia amica e temo che si faccia scoprire dal marito perché quando una donna si innamora è impossibile non notarlo. Nello stesso tempo non voglio tornare sui miei passi perche credo di aver fatto la cosa giusta. Mi serve un consiglio spassionato, quello di una donna non coinvolta che analizzi la situazione con obiettività.
Puoi aiutarmi?
Milena
 

 
Cara Milena, fai bene a non voler tornare sui tuoi passi perché ti sei comportata nel modo giusto e da vera amica con Roberta.
Va bene reggerle il gioco ma senza arrivare a cedere ad ogni sua pretesa. C’è il rischio che il tradimento della tua amica venga scoperto ma, scusami se lo dico in modo crudo, non è un problema tuo.
Tu, da amica, ti puoi limitare a dare consigli ed esprimere il tuo dissenso se vedi che sta buttando all’aria la storia di una vita e la tranquillità di una famiglia. Ma continuare ad essere complice no, Milena, non le puoi impedire di sbagliare! Stiamo parlando di una donna matura che è totalmente presa da un giovane amante: ha la mente offuscata e il cuore nello zucchero.
Quando una donna è in questo stato solo uno forte schianto con la realtà può riportarla con i piedi per terra! So che sarà dura per te ma non cercarla. Forse, anzi sicuramente, si renderà conto che ha sbagliato nei tuoi confronti e si farà viva. E’ molto probabile, come immagini anche tu, che lo farà con la coda tra le gambe e con il cuore a pezzi.
Tu allora, da grande amica, la consolerai senza nemmeno bisogno di parlare e, con un altro graffio sull’anima, andrete avanti come avete fatto fino ad ora. Niente è perduto quando c’è un sentimento forte come la vostra amicizia di mezzo.
In bocca al lupo e tieni duro
D.


“Cara D” è la posta del cuore di Donnesì.
Ogni settimana ospiteremo i tuoi dubbi, paure, curiosità.
Se hai voglia di condividere un tuo problema o una situazione che stai vivendo per un confronto o uno scambio di opinioni scrivi a cara.d@donnesi.com


Data pubblicazione : 03/12/2017 Autore : Cara D.